piazza duomo a trento

Camminate urbane a ritmo lento per lasciarsi sorprendere dalla città e riscoprire il lusso della lentezza

Uno scrigno colmo di gioielli da scoprire passeggiata dopo passeggiata, visita dopo visita, alla ricerca di quelli custoditi più gelosamente, al di fuori dei percorsi più battuti. Da sempre crocevia di persone e storie, Trento viene idealmente immaginata come tappa strategica di passaggio prima di procedere verso le vette più suggestive del Trentino o verso le brulicanti rive del Lago di Garda.
Potete definirlo “trekking urbano” oppure semplicemente “girovagare”: concedetevi il tempo necessario per assaporate tutte le suggestioni che l’esplorazione a ritmo lento della città, distanti dalle folle, saprà offrirvi.

Dal Castello del Buonconsiglio a Piazza del Duomo, dalle sponde dell’Adige ai palazzi delle vie del centro storico; dalle rovine della Tridentum romana, che si snodano nel sottosuolo della città, agli edifici rinascimentali con i loro portali austeri, custodi immobili di antiche narrazioni; dal Muse, tappa obbligata per immergersi profondamente nell’evoluzione del territorio attraverso le lenti della scienza, agli affreschi che impreziosiscono facciate e interni dei grandi palazzi.

Trento è lieta di donarvi il lusso della lentezza. Abbandonatevi ai fuori programma, avanzate apparentemente senza meta. Rilassatevi, respirate e lasciate che a condurre la danza dei vostri passi siano i profumi, i sapori, i dettagli inattesi delle tante location che fanno da cornice tutto l’anno al fitto calendario di eventi culturali ed enogastronomici. 

Il fondatore de La Sportiva della famiglia Delladio

Ziano di Fiemme, 2018: La Sportiva e la famiglia Delladio raggiungono il traguardo dei 90 anni di attività. La loro è una lunga storia dettata dalla passione, dalla sapiente artigianalità e dal coraggio di proseguire con l’innovazione in un’impresa nata nella prima metà del secolo scorso. 

Stare a stretto contatto con la natura affrontando sfide ad alti livelli, richiede massima concentrazione e ottima attrezzatura: che si tratti di una passeggiata all’aria aperta, di un’arrampicata sportiva o un’uscita alpinistica dove le pareti coinvolgono mente e corpo in uno scambio di emozioni e prove, fondamentale è seguire il proprio stile, senza rinunciare a comodità e sicurezza. Arrampicarsi seguendo lo schema motorio a croci con una calzatura realizzata artigianalmente in ogni sua componente, o scendere pendii innevati con scarponi che uniscono comfort e doti tecniche di ultima generazione, fa la differenza. Che sia un trekking, una corsa off road o una discesa in neve fresca, ognuno vive la propria esperienza outdoor seguendo uno stile ben preciso.  

Il Ceo de La Sportiva Lorenzo Delladio con i figli

Il 1928 è l’anno in cui si ha una prima testimonianza di partecipazione alla fiera campionaria di Milano e l’azienda, già nota in Val di Fiemme per la maestria di Narciso Delladio nel creare zoccoli di legno e scarponi in pelle per boscaioli e agricoltori, brevetta uno speciale sistema di allacciatura, ripreso poi da altre fabbriche di calzature. 

Avvalendosi oggi delle migliori tecnologie e materiali disponibili, La Sportiva afferma nel suo range di prodotti l’intrinseco legame tra attività artigiana e dimensione outdoor, realizzando innovativi modelli dal massimo comfort.